Homepage Prev

Archivio delle sezioni apparse in passato in homepage.

Fondo “Sostegno Sociale Parrocchiale”

Fondo di Sostegno Sociale Parrocchiale

Il nostro vescovo ha deciso di creare un “Fondo di Sostegno Sociale Parrocchiale”, dividendolo tra tutte le parrocchie e chiedendo ad ognuna una sorta di impegno morale a raddoppiare la cifra ricevuta. Con questo fondo potremo andare incontro alle necessità che anche tu puoi fare presenti o che stai vivendo.

Nuovo DPCM

12 marzo 2021

Nuovo DCPM

A seguito dell’ultima ordinanza del ministero della Salute (Zona Rossa), vengono rese disponibili ai fedeli della nostra comunità le autocertificazioni necessarie per la frequentazione dei luoghi di culto.

Scarica l’autocertificazione per:

Quaresima 2021

Quaresima 2021

Per ogni tappa troverete anche un approfondimento per i giovani!

Se cerchi una proposta che ti accompagni per il tempo di Quaresima, in questa sezione troverai di settimana in settimana, degli spunti che, attraverso un percorso, ti aiuteranno a fare alcune soste in preparazione alla Pasqua.
Sarai invitato a fare un’esperienza di deserto…

Buona Quaresima!


Scarica il testo completo della Via Crucis di questa settimana

Tesseramento NOI 2021

Tesseramento 2021

Ben ritrovati!

Nonostante il periodo difficile, noi del Centro Parrocchiale stiamo lavorando in vista di una ripartenza in sicurezza appena sarà possibile.

Stiamo intanto iniziando con i tesseramenti

  • 2€ a persona;
  • 5€ a nucleo familiare (indipendentemente dal numero di componenti).

Attendiamo fiduciosi il rinnovo per i nostri soci storici e nuove iscrizioni per chi è appena arrivato e vuole far parte della nostra grande comunità💒
Sabato 6/02 e Domenica 7/02 prima delle messe consegneremo il modulo e poi lo ritireremo dopo la messa.

Grazie a tutti!

Epifania 2021

Epifania 2021

Il Presepio é stato realizzato anche quest’anno con passione e maestria da un gruppo di amici, i nostri presepisti. Si è partiti dalla proposta di esprimere l’abbraccio della fraternità, a cui invita il Papa, così necessaria nel tempo dell’emergenza, tempo di  fragilità, di  solitudini,  di mancanza di incontro, di abbracci… In un tempo così, ancora di più, infatti,  siamo chiamati a contemplare l’amore di Dio e a farci vicini gli uni agli altri nella carità.  Questo invito viene trasmesso nella semplicità del Presepio tradizionale: le belle mura turrite non chiudono il paesaggio di Betlemme, animato da personaggi colti nella loro quotidianità, ma sono aperte come ad abbracciare il mondo perché Dio è venuto per tutti. Lo hanno capito subito i poveri, gli esclusi che ora si affrettano…

La grotta in primo piano sembra proprio allargarsi per permettere a quanti arrivano di entrare nel  mistero di Dio, incarnato nella fragilità di un  bambino, ma avvolto di luce divina. Il  Presepio é collocato, a misura di sguardo di bambino, “in basso”, a indicare  che Dio é sceso tra noi, lasciando il cielo che sullo sfondo già si illumina nell’aurora della  sua Luce. 

“Mio Dio, mio Dio bambino, povero come l’amore, piccolo come un piccolo d’uomo, umile come la paglia dove sei nato, mio piccolo Dio che impari a vivere questa nostra stessa vita. Mio Dio che altro non sai fare che amare e domandare amore, insegnami che non c’è altro senso per noi, non c’è altro destino che diventare come Te  che cingi in un abbraccio ogni tua creatura!”

(p. Ermes Ronchi)